On Air
RLA Replay La replica dei tuoi programmi preferiti
Home

VINO & CASTAGNE di Andrea Pistoia

23 ottobre 2017 Enogastronomia


Cari lettori ed ascoltatori di RLA, . La temperatura si è abbassata ma ci pensano vino e castagne a riscaldare gli animi.L’ autunno è arrivato e si fa sentire qui nell’alta valle dell’Aniene sui Monti e colli intorno, i colori delle foglie ci regalano paesaggi incantevoli.

Nelle aziende vinicole si procede senza sosta alla raccolta delle uve e alla loro lavorazione. Si sta per avvicinare la  festa di S.Martino, quando il vino fermenterà nelle botti e la gente scenderà in strada per assaggiarlo insieme ad un bel cartoccio di castagne arrostite.

IL VINO e le castagne costituivano in passato il nutrimento abituale della gente comune, attribuibile in parte alla facile reperibilità e al loro alto potere energetico. Oggi ci siamo lasciati alle spalle tutto ciò, ma guardiamo questo frutto dedicandogli l’attenzione che si dà a un alimento invitante, che procura piacere a tavola, soprattutto se abbinato al vino davanti al focolare di un caminetto in famiglia e con gli amici.

L’abbinamento vino e castagne riguarda anche il momento del dessert, in cui la scelta è piuttosto varia: frittelle, Castagniaccio, marroni canditi oppure i classici,Marrons glaces possono essere solo alcune delle preparazioni dolci presenti sul nostro territorio. L’aggiunta di zucchero in questi dessert, rende talmente evidente la componente dolce, che l’abbinamento a vini dolci è scontato. Devono però essere piuttosto strutturati, caratterizzati dalla stessa quantità zuccherina. Esempi dell’enologia italiana sono il Passito di Pantelleria,  il Refrontolo Passitol’Aleatico dell’Elba e tanti altri.

Quli vini abbinare cari lettori ed ascoltatori di RLA

Il vino è sicuramente l’abbinamento più adatto per le castagne. Soprattutto quello rosso è davvero perfetto per l’elevato contenuto di tannini, ovvero delle sostanze che non sono presenti nel vino bianco. L’abbinamento vino e caldarroste è quello più diffuso: nei week end di ottobre e novembre infatti si può trovare in quasi tutte le piazze d’Italia. I vini più giusti da abbinare sono quelli più giovani e frizzanti. Tra i più conosciuti ci sono il Sangue di Giuda, la Bonarda, il Lambrusco di Sorbara e il Barbera del Monferrato. Le castagne si possono anche bollire nell’acqua salata e mangiarle all’istante. In alternativa si possono setacciare per preparare gnocchi e paste fresche oppure per fare da ripieno a polpettoni o carni di maiale. In questo caso i vini più adatti sono il Dolcetto di Dogliani, il Teroldego Rotaliano e l’Aglianico del Vulture. Insomma per accompagnare le castagne c’è davvero l’imbarazzo della scelta.Altri abbinamenti ed  esempi classici tra i vini italiani sono il Lambrusco di Sorbara, il Sangue di Giuda, la Bonarda,una Schiava del Trentino, un Lagrein o un Rosso Piceno Doc.

Ma il Novello ……

Negli ultimi anni, si è sempre più diffusa l’abitudine di bere il vino novello con le castagne. Questo abbinamento è eccezionale, soprattutto se si tiene conto del periodo annuale dei due prodotti. Le tradizione però, si sa, cambiano a seconda delle regioni. In alcuni casi, infatti, le castagne si potevano, e si possono, accompagnare al mosto dolce o al vino nuovo, diversi dal novello.

Ma non solo. Le tradizioni sono innumerevoli al punto da non poterle citare tutte. Tra le tante, a spiccare è, senza ombra di dubbio, quella del Sud Italia. Qui, infatti, la preparazione delle castagne avviene con il mosto cotto.

I discorsi fatti fino ad ora su tutti gli abbinamenti che possono essere fatti con le castagne non sono uguali in ogni caso. A tal proposito, se si preparano delle castagne per usarle come ingrediente di un primo piatto, secondo piatto o dolce, si potrà prendere un vino apposito.

E allora che aspettate Castagne e vino a go go.

Cordiali saluti by Andrea Pistoia

(Secondo Tradizione Via rialto 39 Roma)